Cuz Design

Mi chiamo Barbara, classe 1984, dominata da una personalità taurina, una laurea in Interior Design conseguita al Politecnico di Milano, un buon lavoro a due passi da casa che mi rende felice, ma non completa, e la passione per l’artigianato, finirei così la mia descrizione…per chi ha fretta di cambiare pagina…ecco, questo è tutto!

Ho un compagno, che mi chiama Cuz, da anni sempre lui, con cui convivo e che asseconda le mie passioni attivamente o passivamente…questo dipende dalle lune e dalle maree. Ha un difetto, è ingegnere, quindi preciso, metodico e ordinato.

Una sorella, bionda, fine, ma un po’ matta, particolare aggiungerei, molto diversa da me. Due bravi genitori che hanno sopportato tutte le mie manie repentine…

E ora arrivo a me: solare il più delle volte, energica, iperattiva e vitale, vorrei poter non perdere quelle 7 ore dormendo, ma la verità è che dormire mi piace un sacco. Creativa, sognatrice, con uno spiccato (così dicono) senso estetico. Rido e scherzo, anche quando non dovrei. Sregolata in tutto quello che faccio, disordinata all’inverosimile, svampita in maniera preoccupante. Adoro bere e mangiare anche se accompagnata perennemente da un costante e pressante senso di colpa che tuttavia non mi ferma, quasi mai… Vado in estasi solo assaporando il profumo della torta di mele che avvolge la mia cucina. Amo cucinare, ballare, possibilmente mentre cucino, perché la musica mi fa sempre compagnia.

Appassionata di fotografia, grafica e comunicazione praticamente da sempre. Vivo tra cuoricini, gabbiette, vasetti e oggetti futili che riempiono i miei spazi, ma che non ho voglia di spolverare. Fashion addict, ma non amo il griffato, non esco mai da un negozio, mercato, centro commerciale o deserto africano, senza aver comprato nulla.

Mi piace viaggiare, scoprire culture, abitudini e usanze diverse dalle mie…amo i viaggi lunghi, soprattutto se in auto! Sono curiosa, voglio Sapere tutto, ma non mi ricordo nulla!

Sono amante del bello, della decorazione, dell’”inutile” a cui do molto valore a costo di sembrare materialista e superficiale, e forse lo sono, anzi, sì sì lo sono! L’estetica prima della funzionalità! Mi piacciono i regali! Amo il Design e l’Arte, il teatro e i concerti all’aperto. Mi piace andare al cinema, ma solo per film “ impegnati”, mai leggeri, meglio se francesi, perché devo avere un buon motivo per uscire dal mio nido.

Odio stare in coda in macchina, ma ho imparato a portare sempre un gomitolo e l’uncinetto in borsa, che sfodero anche durante le attese in posta. Odio i residui di cera sulle gambe, le pellicine sulle dita, quelle che fanno male, il vapore sullo specchio dopo la doccia e il viola. Odio la scorretta quantità di caffè nel latte, gli accessori troppo appariscenti e sbarluccicosi, le formalità e le persone non spontanee. Odio un sacco di cose, ma la lista è troppo lunga e mi fermo qui.

Vivo costantemente un senso di nostalgia infinita per il mio Salento, che non ho mai vissuto pienamente, se non per quei 30 giorni all’anno, ma in cui sono nata e di cui conservo le immagini, gli odori e i sapori che mai riuscirei a descrivere in poche righe.

Dimenticavo…e forse è importante dato che sarà il tema principale del mio blog: produco gioielli e accessori totalmente fatti a mano, una passione nata per caso. Ogni anno, alle amiche, ho sempre cercato di regalare per Natale qualcosa di esclusivo ed originale, fatto a mano, possibilmente da me, finché, due anni fa, mi sono resa conto che le mie creazione erano sempre più apprezzate e richieste…e come si dice: ho cavalcato l’onda!



Deja un comentario

Su direccion de email no sera publicada

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.